Servizi per imprese Green Multiservice

Schema Nazionale per sostenibilità biocarburanti e bioliquidi

I biocarburanti ed i bioliquidi per poter essere considerati come fonti rinnovabili devono essere conformi a criteri di sostenibilità e di tracciabilità.

News ed aggiornamenti ecologia e servizi aziendali

L’Unione Europea, attraverso la Direttiva 2009/28/CE (RED I – renewable energy directive), aggiornata con la Direttiva ILUC (UE) 2015/1513, ha stabilito un primo quadro comune per la promozione dell’utilizzo di energia da fonti rinnovabili fino al 2020. La Direttiva (UE) 2018/2001 del Parlamento Europeo e del Consiglio dell'11 dicembre 2018 sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili (RED II) fissa un nuovo obiettivo vincolante dell'Unione per la quota complessiva di energia da fonti rinnovabili sul consumo finale lordo di energia dell'unione nel 2030.
I biocarburanti ed i bioliquidi per poter essere considerati come fonti rinnovabili devono essere conformi a criteri di sostenibilità e di tracciabilità, tramite anche l’implementazione di un bilancio di massa e la valutazione dei gas a effetto serra associati.

SOLUZIONE

A livello nazionale è possibile dimostrare la tracciabilità e la sostenibilità dei bioliquidi e biocarburanti, incluso il biometano, dalle materie prime ai prodotti intermedi e finiti tramite lo Schema Nazionale di certificazione individuato dal DM 14.11.2019. e dalle due norme tecniche UNI TS 11429 per le filiere dei biocarburanti e dei bioliquidi e la UNI TS 11567 per la filiera biometano. L’intera filiera produttiva è chiamata a dimostrare il rispetto dei criteri di sostenibilità e di tracciabilità. Sono coinvolti i produttori di biomasse coltivate, i produttori sottoprodotti d’origine agricola e agroindustriale, i produttori di rifiuti, gli intermediari, i trader, i collettori di biomasse, gli impianti di trasformazione dei prodotti intermedi e dei prodotti finiti (es. biodiesel, HVO, ETBE, biogas, biometano, GNL).
La certificazione è lo strumento che permette di dimostrare la corretta gestione delle biomasse e dei prodotti e fornisce garanzia tramite la verifica di un Ente terzo accreditato.
Bureau Veritas Italia è accreditato da accredia dal 2012: il certificato di accreditamento n.009b è consultabile sul sito di accredia e la norma di accreditamento è la UNI CEI EN/ISO/IEC 17065:2012.

Serve aiuto?

Non esitare a contattarci per info sull'azienda ed i servizi